Passeggiate nei dintorni della denuta

Dal giardino si accede ai percorsi di trekking che si inoltrano nelle campagne fino a raggiungere i ruderi di una antico castello medioevale conosciuto appunto come “ Roccaccia “, appartenuto alla Terra Giuniccesca. Si tratterebbe dell’antico Castello di Iuliano costruito su uno sperone di tufo a strapiombo sul torrente Castiglione.
Il sito già in età medioevale era importante per la coltivazione della vite, come attestano le numerose “ pestarole “ presenti nelle immediate vicinanze del rudere. Si tratta di piccole vasche di forma rettangolare scavate nel tufo che servivano per pestare l’uva.
Nei pressi della rocca sono segnalate grotte abitate in età antica, i resti di due fossati ed un colombario di probabile età romana.
A qualche km dall’azienda è inoltre facilmente raggiungibile l’importante abitato dell’età del bronzo di Sorgenti della Nova.
Nonostante le parziali distruzioni causate dai lavori di una cava rimasta attiva fino a metà degli anni ’70, è stato infatti possibile individuare e portere alla luce numerose grotte artificiali, oltre a varie strutture secondarie come buche di scarico,, bacini per la raccolta delle acque, cabalette di drenaggio, forni in cotto che evidenziano le caratteristiche monumentali e la forma ormai proturbana dell’insediamento.
L’interesse di Sorgenti della Nova è infine completato dalla parziale sovrapposizione sull’abitato protostorico del centro medievale di Castiglione, dominato dai resti di un’alta torre e di una piccola chiesa, intorno alle quali sono state rinvenute numerose abitazioni di tipo rupestre.